ATTRAVERSO PROCESSI DI EMPOWERMENT SOSTENIAMO LE PERSONE E L’ESPANSIONE CONSAPEVOLE DEL SENSO DI COMUNITÀ

SOSTENIAMO le COMUNITÀ e la possibilità di co-costruire responsabilmente ambienti salutari, “LUOGHI DI ASCOLTO” che promuovano il VALORE della PERSONA, la QUALITÀ della COMUNICAZIONE e delle RELAZIONI.

Il lavoro di COUNSELING per COMUNITÀ è semplicemente un lavoro di PROMOZIONE DEL BENESSERE

Nella promozione del BENESSERE sia INDIVIDUALE che nella DIMENSIONE COLLETTIVA e SOCIALE diventa centrale il CONTESTO e il SETTING. Con il counseling di comunità promuoviamo SALUTE. Portiamo attenzione alla complessità di tutti i fattori in gioco evitando la riduzione ai singoli fattori scatenanti, soprattutto ne consideriamo la reciproca influenza e INTERDIPENDENZA intendendo il cambio di prospettiva come una consapevole presa di responsabilità di essere parte, attiva o passiva, interna al processo stesso ovvero al problema stesso.

INTEGRARE l’attenzione alla CENTRALITÀ DELL’INDIVIDUO contestualmente al SETTING, PROMUOVE QUALITÀ e SALUTE anche nel CONTESTO che a sua volta FAVORISCE il BENESSERE degli individui.

Con il counseling di comunità PROMUOVIAMO e FACILITIAMO la PROGRAMMAZIONE delle PROCEDURE OPERATIVE al fine di SOSTENERE internamente la PROMOZIONE DELLA  SALUTE della Comunità stessa.

 


STRUMENTI – METODI – FINALITÀ – TIMING IN SINTESI: EVITARE IL PROCESSO DI DELEGA, PARTECIPARE ATTIVAMENTE, ESPANDERE LE PROPRIE COMPETENZE

Il counseling è qui inteso come PROCESSO DI COMUNICAZIONE e RELAZIONALE EMPATICO che PROMUOVE CONSAPEVOLEZZA, AUTONOMIA e RESPONSABILITÀ della persona. Lo scopo della risoluzione del problema specifico passa attraverso un processo che mira a facilitare l’acquisizione di competenze, di comprensione e di espansione in modo efficace ed integrato. Il rifiuto di delega all’esperto e il piacere della scoperta della soluzione appropriata rafforza ed espande l’AUTONOMIA. Il CONTATTO stesso con il counselor è in grado di innescare il processo di maturazione della persona attraverso la capacità di COMPRENSIONE, PROMOZIONE dell’AUTO-CONSAPEVOLEZZA, ASCOLTO delle risonanze emotive, individuazione delle RISORSE INTEGRATE e presenti oltre che consapevole ACCETTAZIONE delle criticità.
In un processo di counseling che coinvolge un INDIVIDUO, un GRUPPO, un’ORGANIZZAZIONE o una COMUNITÀ basiamo il nostro intervento sul presupposto che al loro interno (individuo, gruppo, organizzazione e comunità) siano presenti le RISORSE INTERIORI NECESSARIE, e l’aiuto consiste nel RIATTIVARE o RIORGANIZZARE le RISORSE ORIGINARIE attraverso un processo responsabile di auto-consapevolezza.
Strutturiamo la relazione di counseling  in TRE  FASI:
FASE 1. dove il counselor COMPRENDE (empatia, sospensione del giudizio, rispecchiamento, ascolto attivo e accettazione incondizionata), e il cliente CHIARISCE e DEFINISCE IL PROBLEMA.
FASE 2. dove, come primo passaggio necessario verso la soluzione, il counselor attraverso il CONFRONTO STIMOLA il cliente ed eventualmente propone  un CAMBIAMENTO di PROSPETTIVA che permette al cliente stesso di OSSERVARE il problema da visuali diverse.
FASE 3. dove il counselor SUGGERISCE al cliente il RIFERIMENTO e la MOBILITAZIONE delle RISORSE interiori NECESSARIE e POSSIBILI, e lo aiuta a considerare tutte le OPZIONI ed infine a valutare e attuare quella più adeguata al suo proprio caso. Il cliente SVILUPPA, VALUTA  le opzioni disponibili e RENDE OPERATIVE quelle prescelte.

insidearth logo 01